Mise an Place per il collettivo Daté

DATè è un viaggio, un esperimento nomade,  un’azione collettiva che coinvolge luoghi, cibi e vini, oggetti, cuochi, calligrafi, designer, architetti e fotografi, per un’esperienza del gusto inedita. DATè è un viaggio, un’esplorazione attraverso inaspettati spazi interni della città dove l’esperienza cognitiva si compie attraverso l’incontro tra il cibo e il design, tra le storie narrate e quelle scritte, tra le persone; e dove il posto a tavola, stanziale per sua stessa natura, diventa nomade.

Per il collettivo Daté, BVerse insieme all’Architetto Carla Giusti ha realizzato una mise an place per esaltare l’obiettivo di Daté.

Al centro della mise il concetto di tavola e cibo quali luoghi che permettono all’individuo di entrare in relazione con le altre persone, anche sconosciute. Il semplice atto del sedersi a tavola implica, un dovere sociale: quello di dar considerazione all’altro ed essere predisposti ad “accoglierlo”. In tal senso, la relazione diventa condivisione permettendo la convivialità (da convivio, in latino cum vivere ossia vivere insieme), condividendo storie, esperienze, sogni, abitudini e speranze.